villa

CREATURE NEL BUIO
Fotografie di VALENTINA BALESTRA e ENRICO LANA

Le grotte ed i loro curiosi abitanti tra bellezza e mistero

 

Inaugurazione: Domenica 14 ottobre, ore 15.30, al Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”
La mostra sarà visitabile fino al 10 febbraio 2019.

 

Lontano dai raggi del sole, nelle profonde fratture della roccia, la vita si manifesta con forme inconsuete, talvolta favolistiche.
Dove non c’è luce, gli occhi non servono e sono stati riassorbiti: il loro codice genetico è stato rielaborato e trasformato, durante milioni di anni di evoluzione, in forme adattate all’oscurità come organi tattili, antenne e zampe allungate.
Anche i pigmenti, che proteggono dalla parte nociva della luce solare, sono andati perduti e prevalgono i toni biancastri o ambrati, il colore naturale della cuticola degli insetti e altri artropodi.
Nelle cavità sotterranee a misura d’uomo, naturali o artificiali, possiamo incontrare e studiare queste forme di vita e documentare pazientemente la loro presenza grazie alla fotografia.
Con le loro immagini, Valentina Balestra ed Enrico Lana, cercano di trasmettere non solo le loro conoscenze ma anche le loro emozioni in un mondo unico ancora tutto da scoprire.

 

Creature nel Buio

Creature nel Buio – Fotografie di Valentina Balestra ed Enrico Lana

INSETTI, INSETTI e ANCORA INSETTI!

by admin on

INSETTI, INSETTI e ANCORA INSETTI

Inaugurazione domenica 11 marzo, ore 15.30
Visitabile fino al 10 giugno
Il Museo di Scienze Naturali Mario Strani di Pinerolo ha il piacere di invitarvi domenica 11 marzo, ore 15.30, all’inaugurazione della nuova mostra INSETTI, INSETTI ED ANCORA INSETTI.
La mostra, a cura di Giuseppe FORNARA e dello staff del Museo, intende valorizzare le diverse collezioni private che sono confluite nel corso del tempo a formare quella del museo. Il progetto scientifico, nato per rivalutare e riscoprire la raccolta entomologica del museo appositamente restaurata, verterà principalmente sui Lepidotteri, piccole meraviglie della natura. Per la giornata, e solo per la giornata, verranno mostrati una serie di insetti viventi.
Il lavoro scientifico verrà accompagnato dai lavori dell’illustratrice Cinzia SANTI (Moncalieri, 1987; vive e lavora ad Asti, e si possono vedere i suoi lavori su Facebook: Polka Dots Empire), presenti in mostra e direttamente tratti dall’attenta osservazione della collezione.
Inoltre verranno presentati i risultati dell’alternanza scuola-lavoro con il Liceo Artistico Michele Buniva, in cui i ragazzi si sono cimentati da una parte con la documentazione dei lavori di restauro e dall’altra con una serie di opere ispirate al mondo degli insetti, presenti anche queste in mostra.
L’appuntamento sarà dalle 15.30, quando Giuseppe Fornara accompagnerà i visitatori in una visita guidata attraverso il fantastico mondo degli insetti. Ma gli appuntamenti entomologici non finiscono qui: mercoledì 14 marzo, ore 21.00, in occasione degli appuntamenti di Scienza&Dintorni, il curatore della mostra  ci proporrà un approfondimento sui Coleotteri coprofagi, un aspetto poco conosciuto dell’ecosistema, un microcosmo di viventi incredibilmente complesso e affascinante. Per la serata, Fornara porterà alcuni rari esemplari della sua collezione privata.
Vi aspettiamo numerosi!
Lo staff del Museo

Insetti, insetti e ancora insetti!
inaugurazione mostra 11 marzo

SCIENZA & DINTORNI 2018

by admin on

SCIENZA & DINTORNI 2018

 

Ricominciano gli appuntamenti di SCIENZA & DINTORNI, che fin dal 1992 propone incontri di approfondimenti scientifici di taglio trasversale.

La Biospeleologia – Introduzione alla Biologia Sotterranea

Mercoledì 28 febbraio, ore 21.00: La Biospeleologia – Introduzione alla Biologia Sotterranea, relatrice dott.sa Valentina Balestra. In collaborazione con il Gruppo Speleologico Valli Pinerolesi – CAI Pinerolo, l’incontro sarà dedicato alla biologia sotterranea: gli affascinanti abitanti delle grotte, dai chirotteri ai microfunghi.

I Coleotteri Coprofagi

Mercoledì 14 marzo, ore 21.00: I Coleotteri Coprofagi, relatore Giuseppe Fornara. Il secondo appuntamento vedrà protagonista il curatore della mostra “INSETTI, INSETTI E ANCORA INSETTI” visibile nelle sale del Museo a partire dalla domenica precedente: questi porterà un approfondimento sui coleotteri coprofagi, un aspetto poco conosciuto dell’ecosistema.. con risultati sorprendenti! Un microcosmo di viventi incredibilmente complesso ed affascinante. Per la serata, il relatore mostrerà al pubblico la parte della sua personale collezione di coleotteri coprofagi.

Il Giardino Alpino Bruno Peyronel

Mercoledì 21 marzo, ore 21.00: Il Giardino Alpino Bruno Peyronel, a cura dei volontari del Giardino Peyronel. Nel terzo appuntamento un gruppo di rappresentanti dei giovani che in estate sono impegnati a accogliere i visitatori al Giardino Alpino Peyronel presso il Colle Barant in Val Pellice presenteranno le specie alpine che con i loro adattamenti al clima freddo e ventoso alpino colorano in giugno luglio e agosto il giardino e le montagne che lo circondano.

La Biospeleologia – Dott.sa Valentina Balestra

Lepidotteri. Collezione Mario Strani

Inoltre, come già anticipato, domenica 11 marzo, ore 15.30, inaugureremo la nuova mostra: INSETTI, INSETTI ED ANCORA INSETTI. La mostra, a cura di Giuseppe Fornara, intende valorizzare le diverse collezioni private che sono confluite nel corso del tempo a formare quella del museo. Per la giornata, e solo per la giornata, verranno mostrati una serie di insetti viventi.

Il progetto scientifico verrà accompagnato dai lavori dell’illustratrice Cinzia Santi, presenti in mostra, e dai risultati dell’alternanza scuola-lavoro con il Liceo Artistico Michele Buniva, in cui i ragazzi si sono cimentati con la documentazione e con una serie di lavori ispirati alla collezione entomologica.

Il Parco di Villa Prever

by Simone Sabena on

Durante il ‘700, periodo denominato “illuminismo”, l’aristocrazia ripristinava le proprietà terriere e le ville di campagna ridisegnando l’ambiente secondo un nuovo gusto: quello del giardino romantico o informale o all’inglese. Il giardino avvolgeva le dimore signorili, separate dal resto del mondo da mura di cinta, lungo le quali, di tanto in tanto, si aprivano degli accessi che univano idealmente il Parco alla natura circostante.

La Storia di Villa Prever

by Simone Sabena on

L’Art Nouveau indica uno stile che dominò, dall’ultimo decennio del 1800 fino al primo decennio del 1900, in molte forme espressive quali l’architettura, l’arredamento, la gioielleria e la scrittura. Il nome deriva da quello di un negozio aperto nel 1895 a Parigi da un mercante tedesco di oggettistica orientale, Samuel Bing, suggeritogli dall’architetto che progettò quello stesso negozio, il belga Van de Velde, uno dei massimi esponenti di questa corrente.

Villa Prever. Gli arredi Valabrega.

by Simone Sabena on

Arredi di Villa Prever.
Valabrega.
Sede del Civico Museo Didattico di Scienze Naturali Mario Strani di Pinerolo.

Marchio dei mobili collocato solitamente all'interno della ante.

Marchio dei mobili collocato solitamente all’interno della ante.

La villa contiene ancora una parte degli arredi originali, sopravvissuti al tempo e ai cambiamenti di uso della struttura.
Si tratta di mobili, boiserie e decorazioni fatte dalla Ditta Valabrega di Torino.
Doveva essere molto gradita in famiglia in quanto gli arredi della sede centrale della Talco & Grafite  – di cui Prever era un azionista – erano fatti anche dalla ditta Valabrega così come l’alloggio dei dirigenti all’ultimo piano ne conteneva.