villa prever

IL MUSEO RIAPRE!

by admin on

Buongiorno a tutti!

Siamo felicissimi di comunicarvi che DOMENICA 7 GIUGNO il Museo Mario Strani RIAPRE finalmente al pubblico!

Per festeggiare, il primo giorno di riapertura l’ingresso sarà gratuito.
L’orario di apertura è invariato, vi aspettiamo tutte le domeniche 10.30-12.00 15.30-18.00.

All’interno del museo ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina ed i guanti. Sarà disponibile anche un dispenser con disinfettante per mani.

Vi aspettiamo!

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ITALIA SELVATICA” DI DANIELE ZOVI

5 Novembre, ore 21.00
Sala Conferenze Museo di Scienze Naturali “Mario Strani”

Il Civico Museo di Scienze Naturali “Mario Strani” è felice di ospitare la presentazione del libro “Italia Selvatica – Storie di orsi, lupi, gatti selvatici, cinghiali, lontre, sciacalli dorati, linci e un castoro ” di Daniele Zovi. Con la partecipazione di Caterina Gromis Di Trana.

In un paesino abruzzese un’orsa passeggia tranquillamente con i suoi cuccioli per i vicoli del borgo, entra nei giardini in pieno giorno, mangia dagli alberi da frutto. I suoi video fanno il giro del web e l’orsa, battezzata Gemma, diventa una celebrità. Su una spiaggia del Tirreno, a pochi chilometri da Pisa, impresse nella sabbia, compaiono le tracce inequivocabili di un lupo, uscito dal folto dei boschi in cerca di cibo; a Roma famiglie di cinghiali si aggirano tra i sacchetti della spazzatura lasciati vicino ai cassonetti ricolmi… Dopo secoli di declino, caccia indiscriminata, distruzione dei loro habitat, oggi gli animali selvatici stanno riprendendo a popolare la penisola, superando e aggirando le barriere che dovevano tenerli lontani, i muri e i recinti con cui l’uomo ha cercato di escludere la natura dalla società. Specie che rischiavano l’estinzione, come l’orso o il lupo, hanno ritrovato posto tra i nostri boschi, le lontre sono tornate a popolare i ruscelli, lo sciacallo dorato, fino a poco fa totalmente sconosciuto, ha superato il confine sloveno, e, per la prima volta dopo cinquecento anni, finalmente è stato visto un castoro in territorio italiano. Daniele Zovi, esperto forestale e raffinato narratore, attraverso la storia di otto animali disegna la cartina di un’Italia selvatica, misteriosa e incantevole, che resiste alla corsa allo sviluppo e allo sfruttamento delle risorse. E guadagna terreno, ricordandoci che il mondo della natura selvaggia è anche il nostro mondo e parlando di nuovo ai nostri cuori di libertà e bellezza, emozione e rispetto.

Daniele Zovi è nato nel 1952 a Roana e cresciuto a Vicenza. Si è laureato in Scienze Forestali a Padova e per quarant’anni ha prestato servizio nel Corpo Forestale dello Stato, prima come ufficiale e poi come dirigente. Nel 2017 è stato nominato generale di brigata del Comando Carabinieri-Forestale del Veneto ed è uno dei maggiori esperti in materia di animali selvatici, autore di diversi trattati sul tema.

Inoltre vi ricordiamo che il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani” è entrato a far parte del MUPI.
Il MUPI è il Sistema Museale di Pinerolo che mette in rete tutti i Musei cittadini e le loro collezioni con una gestione coordinata dei servizi per proporre un’offerta culturale integrata e rendere accessibile il patrimonio storico, artistico e archeologico cittadino con un unico biglietto di ingresso ed un unico orario di apertura.
I visitatori potranno accedere ai musei civici e ai vari eventi comprando una tessera nominativa al costo di 5 euro.
La MUPI card ha la durata di 365 giorni dalla data di acquisto, sarà gratuita per i possessori dell’abbonamento musei, gli under 18, gli over 65 e le altre gratuità previste dalla legge.

Potrete partecipare alla presentazione del libro gratuitamente mostrando all’entrata l’invito allegato.

Vi aspettiamo numerosissimi.
Lo Staff del Museo

IL CIELO SULL’ACQUA – GLI UCCELLI DELLE ZONE UMIDE


28 Settembre 2019 – 19 Gennaio 2020

Inaugurazione: Sabato 28 Settembre, ore 16,00
Conferenza: ore 17,00, relatore Dario Olivero
Museo si Scienze Naturali “Mario Strani”


La vita, gli ambienti e le migrazioni degli uccelli acquatici. Da un’idea di Dario Olivero e del Parco Fluviale Gesso e Stura, con i video di Nino Perassi e Sandro Armand Hugon.

La mostra “Il cielo sull’acqua” si prefigge di raccontare con fotografie, filmati e registrazioni l’affascinante mondo degli uccelli che abitano le zone umide. Lo scopo è di incuriosire il visitatore su un ambiente che ospita molteplici specie di uccelli, sui greti, sulle rive, sugli stagni, sui laghi, sulle risorgive, nei canneti, nei boschi circostanti e in ogni zona umida dove frullano fra le foglie, si aggrappano alle tife, nuotano sopra e sotto l’acqua, scavano gallerie e costruiscono nidi dalle fogge più diverse.
L’enorme biodiversità delle zone umide si esprime anche attraverso le centinaia di specie di uccelli che nidificano, svernano o transitano, con penne e piume che li rendono tanto sgargianti da brillare di colori o così mimetici da essere quasi invisibili. Ali piccole o enormi che volano raccogliendo il vento e che portano giù un pezzetto di cielo sull’acqua di questi preziosissimi ambienti. Si passa dalla storia evolutiva all’anatomia, dai canti alle tecniche di volo e di caccia fino alla storia dell’ornitologia piemontese e ai più moderni ritrovati tecnologici ispirati a questi animali. La mostra si è avvalsa della collaborazione di molti enti e privati che hanno prestato fotografie e materiali, registrazioni audio e video.

Inoltre vi ricordiamo che il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani” è entrato a far parte del MUPI.
Il MUPI è il Sistema Museale di Pinerolo che mette in rete tutti i Musei cittadini e le loro collezioni con una gestione coordinata dei servizi per proporre un’offerta culturale integrata e rendere accessibile il patrimonio storico, artistico e archeologico cittadino con un unico biglietto di ingresso ed un unico orario di apertura.
I visitatori potranno accedere ai musei civici e ai vari eventi comprando una tessera nominativa al costo di 5 euro. La MUPI card ha la durata di 365 giorni dalla data di acquisto, sarà gratuita per i possessori dell’abbonamento musei, gli under 18, gli over 65 e le altre gratuità previste dalla legge.

Durante l’inaugurazione della mostra “Il cielo sull’acqua – Gli uccelli delle zone umide” l’ingresso al museo sarà gratuito presentando all’entrata l’invito allegato.

Vi aspettiamo numerosissimi!!

ALLA SCOPERTA DELLA SCIENZA – LA MAGIA DELL’ACQUA

Sabato 1 giugno, 15.00 – 18.00

Il Museo Mario Strani è lieto di ospitare l’evento “ALLA SCOPERTA DELLA SCIENZA – LA MAGIA DELL’ACQUA”, in ricordo della professoressa ANNA ABRILE.

Sabato 1 giugno, dalle 15.00 alle 18.00, si alterneranno ragazzi e insegnanti di diverse scuole superiori, che proporranno al pubblico tutta una serie di esperimenti inerenti alla Fisica, alla Geologia, all’Equilibrio e all’Alimentazione. Molte sono le scuole e gli insegnanti coinvolti per realizzare questa giornata di esperimenti e divulgazione scientifica.

L’evento è realizzato con il supporto della Città di Pinerolo, della Rete Territoriale Pinerolese e del Centro Servizi Didattici.

In occasione di questo evento, per motivi organizzativi, la mostra regionale “Nel Nostro Piatto” resterà chiusa.

Vi aspettiamo numerosi!!!

Notte delle Muse 2019

by admin on

Notte delle Muse al Museo Mario Strani!

Torna l’appuntamento con la Notte delle Muse, per animare l’ultimo fine settimana di maggio 2019 con una terza edizione ricca di attività e di contenuti: le porte dei musei di Pinerolo accoglieranno spettacoli, performance e visite guidate che consentiranno a turisti e abitanti della città di apprezzare la bellezza del loro patrimonio. Il tema chiave di questa edizione sarà la Mano.

SABATO 25 MAGGIO:
16.00 – 18.00: Laboratori per grandi e piccini alla scoperta della mostra di Experimenta “Nel nostro Piatto”, un percorso interattivo e multimediale di divulgazione scientifica sulle ricadute economiche, sociali, ambientali delle nostre scelte sull’alimentazione. Un’avventura nel cibo, nel corpo umano, nel consumo consapevole e nella sostenibilità ambientale che stimola i visitatori a confrontarsi con buone pratiche individuali e collettive.
Per i laboratori non è necessaria la prenotazione.
22.30: Esibizione della street band “Bandaradan”. Un gruppo di talentuosi musicisti, composto da tromba, fisarmonica, sassofono baritono e grancassa. La band proporrà un repertorio originale ispirato alla musica klezmer, balcanica e circense, il tutto alternato a spiritose gag.

DOMENICA 26 MAGGIO:
Il Museo si sdoppia! Mentre una parte di noi sarà a MineraLuserna, gli altri si appresteranno a vivere la CACCIA AL TESORO A PREMI “DIAMOCI UNA MANO”
10.30 – 13.00 e 14.00 – 18.00: Una sorprendente ricerca per ricostruire il taccuino del curatore distratto, da svolgersi visitando i musei di Pinerolo.
Iscrizione ore 9.30 presso l’atrio di Palazzo Vittone con un contributo di 5 euro a gruppo (minimo 2 massimo 4 componenti).
La premiazione si svolgerà alle 18.00 presso Palazzo Vittone.
Per ulteriori informazioni su quest’ultima attività telefonare al 0121 794382 (Lu-Ve 9.30 – 12.30)

Vi aspettiamo numerosi!!!!!!!!

DISEGNIAMO L’ARTE! – “I colori del cibo!”

Da un’idea di Abbonamento Musei Torino – Piemonte

Sabato 30 e Domenica 31 marzo ore 15.30, torna DISEGNIAMO L’ARTE, in collaborazione con Abbonamento Musei Torino Piemonte

Visita alla mostra temporanea di Experimenta “Nel nostro piatto” e laboratorio in cui i piccoli visitatori disegneranno frutta e verdura con la rappresentazione delle forme e dei colori che più li hanno colpiti.
I giovani artisti saranno seguiti da Tiziana Trevisi, autrice della mostra “Coesistenze” ospitata a Villa Prever.

Il costo è di 3 Euro a bambino, la prenotazione è consigliata telefonando al 334 251 6039, o scrivendo a fungifungi@gmail.com

Bimbi, vi aspettiamo numerosissimi!

Sabato 30 e Domenica 31 marzo ore 15.30, torna DISEGNIAMO L'ARTE, in collaborazione con Abbonamento Musei Torino Piemonte Visita alla mostra temporanea di Experimenta “Nel nostro piatto” e laboratorio in cui i piccoli visitatori disegneranno frutta e verdura con la rappresentazione delle forme e dei colori che più li hanno colpiti. I giovani artisti saranno seguiti da Tiziana Trevisi, autrice della mostra "Coesistenze" ospitata a Villa Prever. Il costo è di 3 Euro a bambino, la prenotazione è obbligatoria telefonando al 334 251 6039, o scrivendo a fungifungi@gmail.com Bimbi, vi aspettiamo numerosissimi!

TIZIANA TREVISI – “COESISTENZE”

by admin on

Inaugurazione mostra
Domenica 24 marzo 2019
Ore 16.00

Dalle escursioni sulle montagne, dalle passeggiate nei boschi e in genere dal contatto con la natura colgo spunti e riflessioni per i miei quadri che ritraggono la semplicità e la modestia della natura: l’albero, immagine della vita, la sua forma sempre unica evolve con il suo vissuto, registra le sue tracce, il ricordo delle sue esperienze. Il bosco è da sempre un luogo magico e misterioso abitato da gufi, civette e assioli; la natura dialoga con la presenza dell’uomo ricca di storia e di cultura: i rami degli ulivi si intrecciano alle colonne del tempio di Agrigento, agli antichi capitelli e agli archi della medievale Toirano o alle bifore dell’abbazia di Thoronet.”

Tiziana Trevisi nasce a Torino nel 1957, vive e dipinge a Roletto. Dagli anni ’90 segue corsi di disegno, pittura e ceramica partecipando a mostre collettive e personali. Dopo il ritiro dall’attività lavorativa, svolta prevalentemente presso l’Università degli Studi di Torino, si dedica a tempo pieno alla pittura.

La mostra sarà visitabile fino al 7 luglio, negli orari di apertura del museo.


"Dalle escursioni sulle montagne, dalle passeggiate nei boschi e in genere dal contatto con la natura colgo spunti e riflessioni per i miei quadri che ritraggono la semplicità e la modestia della natura: l'albero, immagine della vita, la sua forma sempre unica evolve con il suo vissuto, registra le sue tracce, il ricordo delle sue esperienze. Il bosco è da sempre un luogo magico e misterioso abitato da gufi, civette e assioli; la natura dialoga con la presenza dell'uomo ricca di storia e di cultura: i rami degli ulivi si intrecciano alle colonne del tempio di Agrigento, agli antichi capitelli e agli archi della medievale Toirano o alle bifore dell'abbazia di Thoronet."  


Tiziana Trevisi nasce a Torino nel 1957, vive e dipinge a Roletto. Dagli anni '90 segue corsi di disegno, pittura e ceramica partecipando a mostre collettive e personali. Dopo il ritiro dall'attività lavorativa, svolta prevalentemente presso l'Università degli Studi di Torino, si dedica a tempo pieno alla pittura.
La mostra sarà visitabile fino al 7 luglio.

NEL NOSTRO PIATTO

by admin on

NEL NOSTRO PIATTO

POSSIAMO MANGIARE DI TUTTO MA COME FACCIAMO A SCEGLIERE E CONTROLLARE COSA MANGIAMO?

Mostra interattiva di divulgazione scientifica

Sabato 16 febbraio, ore 15.00
Villa Prever, Museo di Scienze Naturali Mario Strani
Entrata gratuita

Nel nostro piatto è un percorso interattivo e didattico di divulgazione scientifica del progetto Experimenta della Regione Piemonte.
Gli exhibit in mostra, sono raggruppati in quattro aree tematiche, dieci postazioni interattive e multimediali, cinque monitor tattili e una grande proiezione centrale. La mostra è arricchita dagli educational del progetto “Una Buona Occasione”.

L’interattività stimola i visitatori a confrontarsi con buone pratiche individuali e collettive. Un’avventura nel cibo, nel corpo umano, nell’alimentazione, nel consumo consapevole e nella sostenibilità ambientale.

L’esposizione affronta il vasto universo del cibo e dell’alimentazione in genere, e degli strumenti per valutare cosa mettiamo nel piatto ogni giorno.

Le scelte degli alimenti hanno conseguenze economiche, sociali, ambientali che discendono direttamente dai comportamenti più o meno consapevoli di tutti noi, troppo spesso responsabili dello spreco di enormi quantità di cibo.

L’acquisto di prodotti alimentari richiede una mirata educazione al consumo e una conoscenza di tutto ciò che vi ruota intorno: le risorse del pianeta usate in agricoltura, le filiere della produzione, la lettura delle etichette, ma include anche la coscienza della distruzione di risorse utili.

Collaborano all’iniziativa gli studenti del Liceo Scientifico M. Curie e degli istituti IIS M. Buniva, IIIS A. Porro, IIS A. Prever agrario di osasco, nell’ambito di progetto di alternanza scuola lavoro.

Vi aspettiamo numerosi!!

NEL NOSTRO PIATTO
POSSIAMO MANGIARE DI TUTTO MA COME FACCIAMO A SCEGLIERE E CONTROLLARE COSA MANGIAMO?

Mostra interattiva di divulgazione scientifica

Il segreto della lancetta

by admin on

“IL SEGRETO DELLA LANCETTA”

Sulle tracce di un genio dimenticato

 

Domenica 16 Dicembre, ore 16.00, presentazione del libro di Cristina Menghini presso il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”. Ingresso Libero.

 

 

Cristina Menghini (1971), storica e antropologa, scrive racconti e fiabe per bambini e ragazzi e cura l’inserto Junior di Vita Diocesana Pinerolese.

Con Vita editrice e Marcovalerio ha pubblicato i libri “Favoloso” e “Disegnami una fiaba”.

 

Difficile far stare così tante tematiche in un unico libro. Tanto più se si tratta di un romanzo “quasi giallo” per ragazzi. È riuscita nell’impresa Cristina Menghini, storica e antropologa, che nelle pagine de “Il segreto della lancetta”, coinvolge i lettori in una appassionante ricerca sulle orme di un genio dimenticato, quale è il pinerolese Ignazio Porro. Dentro e oltre il giallo spunta, però, una variegata gamma di colori. C’è, innanzi tutto, la narrazione di una città vista con occhi nuovi e “altri”. C’è il dramma dei profughi, delle loro vite calpestate, delle loro storie di discriminazione, di fatica e di speranza. C’è l’integrazione culturale e religiosa che a Pinerolo, grazie alla secolare convivenza tra cattolici e valdesi, si è portata avanti col lavoro ed è diventata scuola per il resto del paese. C’è la preadolescenza innocente e burrascosa al tempo stesso, con i suoi alti e bassi e il suo affacciarsi alla vita dei grandi, sempre in bilico tra «essere già» e «non essere ancora».

I protagonisti di questa vicenda tutta pinerolese sono Vittoria, una ragazzina sveglia e affettuosa, e il giovane profugo Triba. Ne nasce un’amicizia spontanea e profonda, cementata dall’avventura.

Sullo sfondo il personaggio “misterioso” di Ignazio Porro, scienziato e inventore (si deve a lui l’invenzione dello zoom) nato a Pinerolo nel 1801 e morto a Milano nel 1875.

E poi c’è la lancetta… sulla quale non si può rivelare nulla (è un segreto!).

Il ritmo narrativo non lascia spazi vuoti e ritrae in modo convincente, con arguta capacità psicologica, anche i soggetti minori, ma essenziali nella dinamica del racconto.

Impossibile non leggerlo tutto d’un fiato, per poi ripercorrere luoghi noti (il piazzale di San Maurizio, Via Principi d’Acaia, via del Pino…) con una nuova prospettiva negli occhi e nell’anima.

Arricchiscono il libro, edito da Marcovalerio e Vita nella collana “I racconti delle terre d’Acaia”, alcune illustrazioni in bianco e nero della giovane Sofia Zicola e la bella immagine di copertina di Mauro Laurenti.

 

 

Mario Strani al Fungo d’Oro 2018

by admin on

Mario Strani al Fungo d’Oro 2018

Martedì 23 ottobre, ore 21.00

Museo di Scienze Naturali Mario Strani

Riparte il Fungo d’Oro arrivato alla XX edizione. Dopo tre anni riprende questo tradizionale appuntamento di inizio autunno.
In occasione di questo evento, al Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”, si terrà la conferenza “Il “perché” del collezionismo scientifico e la collezione micologica di Mario Strani: perché 3000 funghi di gesso” a cura di Massimo Martelli.

Fungo d'Oro 2018

Fungo d’oro 2018