animali

CREATURE NEL BUIO
Fotografie di VALENTINA BALESTRA e ENRICO LANA

Le grotte ed i loro curiosi abitanti tra bellezza e mistero

 

Inaugurazione: Domenica 14 ottobre, ore 15.30, al Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”
La mostra sarà visitabile fino al 10 febbraio 2019.

 

Lontano dai raggi del sole, nelle profonde fratture della roccia, la vita si manifesta con forme inconsuete, talvolta favolistiche.
Dove non c’è luce, gli occhi non servono e sono stati riassorbiti: il loro codice genetico è stato rielaborato e trasformato, durante milioni di anni di evoluzione, in forme adattate all’oscurità come organi tattili, antenne e zampe allungate.
Anche i pigmenti, che proteggono dalla parte nociva della luce solare, sono andati perduti e prevalgono i toni biancastri o ambrati, il colore naturale della cuticola degli insetti e altri artropodi.
Nelle cavità sotterranee a misura d’uomo, naturali o artificiali, possiamo incontrare e studiare queste forme di vita e documentare pazientemente la loro presenza grazie alla fotografia.
Con le loro immagini, Valentina Balestra ed Enrico Lana, cercano di trasmettere non solo le loro conoscenze ma anche le loro emozioni in un mondo unico ancora tutto da scoprire.

 

Creature nel Buio

Creature nel Buio – Fotografie di Valentina Balestra ed Enrico Lana

Workshop di Pittura con Rita Conti

by admin on

Workshop di Pittura con Rita Conti

Durante la Rassegna dell’ Artigianato di Pinerolo, Il Museo di Scienze, e l’associazione Made in Pinerolo, propongono un laboratorio di pittura con l’artista Rita Conti. Si inizierà sabato 8 pomeriggio presso le terrazze Acaja e si continuerà domenica 9 pomeriggio in sede del museo!
Quando e dove?

SABATO 8 SETTEMBRE, 
Ore 10.00 -12.00 e 15.00 – 19.00
presso le Terrazze Acaja di Pinerolo

DOMENICA 9 SETTEMBRE,
Ore 10.30 – 12.00 e 15.30 – 18.00
presso il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”

 

Ricordiamo che la sua mostra sarà visitabile in sede del Museo fino a Domenica 30 settembre.
 
Rita Conti - Sacra di San Michele

Rita Conti – Sacra di San Michele

 
CHI E’ RITA CONTI?
Nel 1997 Rita Conti ha scoperto un piccolissimo “paese dipinto” in Val Chisone, allora quasi sconosciuto ed ora uno dei borghi più belli d’Italia: Usseaux. Sui muri delle vecchie case del villaggio alpino ha iniziato a dipingere murales accanto a quelli già presenti, per poi passare anche agli sportelli di metano ed elettricità, realizzando meridiane e pitture su “LOSE”, lastre di quarzite di Barge di vari colori, con aloni e sfumature naturali, usate anticamente per la copertura dei tetti. Sue opere sono presenti nelle borgate del Laux, a Balboutet, Pourrières, Fraisse, e nei comuni di Fenestrelle, Pragelato, Roure e Valloria. A Occa di Envie ha dipinto i murales dedicati alle “Faye”, mitiche donne dei boschi simili alle fate delle leggende irlandesi. Socia dell’associazione Made in Pinerolo, ha recentemente aperto il suo laboratorio nella Città di Pinerolo, lo Spazio Armonia (cortile Barbieri, piazza Barbieri 25), dove conduce laboratori e lezioni di pittura su lose e legno.

RITA CONTI – Dipinti su Lose

by admin on

RITA CONTI – DIPINTI SU “LOSE”

Inaugurazione mostra
Domenica 17 giugno 2018
Ore 15.00

 

Dal 1997 Rita Conti ha scoperto un piccolissimo “paese dipinto” in Val Chisone, allora quasi sconosciuto ed ora uno dei borghi più belli d’Italia: Usseaux Comune Di Usseaux. Sui muri delle vecchie case del villaggio alpino ha iniziato a dipingere murales accanto a quelli già presenti, per poi passare anche agli sportelli di metano ed elettricità, realizzando meridiane e pitture su “LOSE”, lastre di quarzite di Barge di vari colori, con aloni e sfumature naturali, usate anticamente per la copertura dei tetti.
Sue opere sono presenti nelle borgate del Laux, a Balboutet, Pourrières, Fraisse, e nei comuni di Fenestrelle, Pragelato, Roure e Valloria. A Occa di Envie ha dipinto i murales dedicati alle “Faye”, mitiche donne dei boschi simili alle fate delle leggende irlandesi.

Socia dell’associazione Made in Pinerolo, ha recentemente aperto il suo laboratorio nella Città di Pinerolo, lo Spazio Armonia (cortile Barbieri, piazza Barbieri 25), dove conduce laboratori e lezioni di pittura su lose e legno.

Rita Conti, scoiattolo nel sottobosco

Rita Conti, scoiattolo nel sottobosco

La Notte delle Muse al Museo di Scienze Naturali Mario Strani!

I musei di Pinerolo invadono la città con eventi, mostre e concerti per il secondo anno!
Quest’anno l’evento torna più interessante che mai!

 

VENERDI’ 25 MAGGIO:

Ore 21.30: Letture nel parco, a cura di LaAV – Letture ad Alta Voce (circolo di Torre Pellice)
La bellezza di un parco cittadino che si fonde con il piacere della lettura. La magia della narrazione e lo splendore della natura. Come cominciare al meglio la serata?
Ore 22.30: “Mi abbatto e sono felice“, di e con Daniele Ronco – Mulino ad Arte
Il primo e unico spettacolo eco-sostenibile della storia del teatro va in scena nella cornice unica di Villa Prever.
Ore 23.30: Inaugurazione della mostra “UN SORRISO PER CAPRILLI”, esposizione di vignette sul tema della cavalleria risalenti all’epoca delle innovazioni di Caprilli, dalla collezione privata di Massimo Martelli (Direttore del Museo di Scienze)
Ore 23.40: visite guidate al Museo ed alla Mostra Insetti, Insetti e ancora Insetti!, con la preziosa collaborazione del curatore Giuseppe Fornara.

 

SABATO 26 MAGGIO:

Ore 15.00 – 18.00: apertura straordinaria del Museo

 

DOMENICA 27 MAGGIO:

Il Museo si sdoppia!

Mentre una parte di noi sarà a MineraLuserna, gli altri si appresteranno a vivere la CACCIA AL TESORO A PREMI “CHI HA RUBATO I CAVALLI DEL CAPITANO?”
Ore 10.30 – 13.00 e 14.00 – 18.00: Una sorprendente caccia al ladro da svolgere visitando tutti i Musei Civici di Pinerolo ed il Museo storico della Cavalleria.
Iscrizione: ore 9.30 presso l’atrio di Palazzo Vittone, con un contributo di € 5.00 a gruppo (minimo 2, massimo 4 componenti). L’indagine si svolgerà dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, termine per la consegna della soluzione; la premiazione avrà luogo alle 18.00 presso Palazzo Vittone.
Per informazioni su quest’ultima attività: tel. 0121.794382 (dal lunedì al venerdì, 9.00 – 12.30)

Vi aspettiamo numerosissimi!

La notte delle muse 2

La notte delle muse 2

La SLUX è arrivata al Museo Mario Strani!

by admin on

Il video promozionale è stato girato all’interno del Museo Mario Strani

La SLUX è arrivata al Museo Mario Strani!

SLUX – Progetto 4d Headphones: interactive sound design. Connection by light.

Slux è un gruppo di ricerca svizzero nel campo delle telecomunicazioni, la cui ricerca si focalizza principalmente nelle trasmissioni delle informazioni non con le onde radio, bensì attraverso la luce. Il team è stato fondato da Alessandro Pasquali (chimico specializzato in fotochimica e fotoreattività), Silvio Lugato (ingegnere elettronico), Norberto Bertaina (marketing) e James Trocmé (USA market). La ricerca nel campo delle telecomunicazioni, ha portato alla realizzazione di una tecnologia bi-direzionale, capace di ricevere e trasmettere dati digitali, audio e pacchetti video, che lavora senza la Linea di Vista (LOS, cioè il percorso ottico in linea retta tra un dispositivo trasmettitore ed uno ricevitore) e che ciascuna trasmissione è possibile abbinarla a più riceventi diversi. Questa nuova tecnologia è facilmente applicabile a diversi campi, tra cui la realizzazione di nuovi tipi di audio guide ad immersione totale (4D audio): avvicinandosi alla fonte, il volume aumenta automaticamente, slittando gradualmente da una fonte all’altra, senza bisogno di alcun cambio di canale.

Per il video di presentazione internazionale è stato scelto il Museo di Scienze Naturali “Mario Strani” di Pinerolo, realizzando un filmato promozionale all’interno della sede del museo, sia nella storica Villa prever, che all’interno del Nuovo Fabbricato. Ringraziamo tutti i “responsabili” di questa scelta, per noi motivo di orgoglio e vanto.

Il video, oltre che sul canale youtube del museo e della Slux (https://www.youtube.com/watch?v=uqArYQqZINE),  è presente all’interno del sito ufficiale al seguente link: https://www.slux.guru/headphones

 

Il Parco di Villa Prever

by Simone Sabena on

Durante il ‘700, periodo denominato “illuminismo”, l’aristocrazia ripristinava le proprietà terriere e le ville di campagna ridisegnando l’ambiente secondo un nuovo gusto: quello del giardino romantico o informale o all’inglese. Il giardino avvolgeva le dimore signorili, separate dal resto del mondo da mura di cinta, lungo le quali, di tanto in tanto, si aprivano degli accessi che univano idealmente il Parco alla natura circostante.

I rapaci notturni da sempre affascinano grandi e piccini. Le loro abitudini crepuscolari o notturne li rendono poco visibili circondandoli di un alone di mistero.  Gli occhi collocati in posizione frontale conferiscono un aspetto unico nel mondo degli uccelli che li rende ancora più intriganti.
In questo incontro si impara a conoscerli e a famigliarizzare un po’ con loro che non sono poi così misteriosi e che, come noi, mangiano, dormono, soffrono, cercano di sbarcare il lunario come possono…