TIZIANA TREVISI – “COESISTENZE”

by admin on

Inaugurazione mostra
Domenica 24 marzo 2019
Ore 16.00

Dalle escursioni sulle montagne, dalle passeggiate nei boschi e in genere dal contatto con la natura colgo spunti e riflessioni per i miei quadri che ritraggono la semplicità e la modestia della natura: l’albero, immagine della vita, la sua forma sempre unica evolve con il suo vissuto, registra le sue tracce, il ricordo delle sue esperienze. Il bosco è da sempre un luogo magico e misterioso abitato da gufi, civette e assioli; la natura dialoga con la presenza dell’uomo ricca di storia e di cultura: i rami degli ulivi si intrecciano alle colonne del tempio di Agrigento, agli antichi capitelli e agli archi della medievale Toirano o alle bifore dell’abbazia di Thoronet.”

Tiziana Trevisi nasce a Torino nel 1957, vive e dipinge a Roletto. Dagli anni ’90 segue corsi di disegno, pittura e ceramica partecipando a mostre collettive e personali. Dopo il ritiro dall’attività lavorativa, svolta prevalentemente presso l’Università degli Studi di Torino, si dedica a tempo pieno alla pittura.

La mostra sarà visitabile fino al 7 luglio, negli orari di apertura del museo.


"Dalle escursioni sulle montagne, dalle passeggiate nei boschi e in genere dal contatto con la natura colgo spunti e riflessioni per i miei quadri che ritraggono la semplicità e la modestia della natura: l'albero, immagine della vita, la sua forma sempre unica evolve con il suo vissuto, registra le sue tracce, il ricordo delle sue esperienze. Il bosco è da sempre un luogo magico e misterioso abitato da gufi, civette e assioli; la natura dialoga con la presenza dell'uomo ricca di storia e di cultura: i rami degli ulivi si intrecciano alle colonne del tempio di Agrigento, agli antichi capitelli e agli archi della medievale Toirano o alle bifore dell'abbazia di Thoronet."  


Tiziana Trevisi nasce a Torino nel 1957, vive e dipinge a Roletto. Dagli anni '90 segue corsi di disegno, pittura e ceramica partecipando a mostre collettive e personali. Dopo il ritiro dall'attività lavorativa, svolta prevalentemente presso l'Università degli Studi di Torino, si dedica a tempo pieno alla pittura.
La mostra sarà visitabile fino al 7 luglio.

SCIENZA E DINTORNI

by admin on

Tornano le conferenze scientifiche del Museo di Scienze Naturali di Pinerolo. Come ogni anno, gli incontri saranno gratuiti, e si terranno alle ore 21.00 nella sede del Museo di Scienze (Viale Rimembranza 61/63)
Quest’anno, in occasione della mostra “Nel nostro piatto”, si è scelto di approfondire il tema dell’alimentazione.

I incontro: Martedì 5 Marzo
LA SALUTE NEL PIATTO: L’IMPORTANZA DEI NUTRACEUTICI DI FRUTTA E VERDURA
Relatrice: Cinzia Margherita Bertea, Professore associato di Fisiologia Vegetale e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze degli Alimenti e della Nutrizione Umana, Università degli Studi di Torino.

II incontro: Martedì 12 Marzo
L’ALIMENTAZIONE DEGLI ANTICHI EGIZI
Relatore: Giuseppe Fornara, Museo Civico Didattico di Scienze Naturali “Mario Strani”

III incontro: Martedì 19 Marzo
EVOLUZIONE ALIMENTARE: COME È CAMBIATO IL CIBO NEL CORSO DEI SECOLI.
Relatrice: Cinzia Margherita Bertea, Professore associato di Fisiologia Vegetale e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze degli Alimenti e della Nutrizione Umana, Università degli Studi di Torino.

IV incontro: Martedì 26 Marzo
IL MONDO DEI FUNGHI, NON SOLO IN PADELLA!
Relatrice: Dr.ssa Maria Teresa Della Beffa, CNR – Istituto Protezione Sostenibile delle Piante – Torino.

Ricordiamo che la mostra si potrà visitare fino al 5 maggio.

Inoltre dal 25 al 31 marzo il parco di Villa Prever ospiterà il RIRI-BOX dell’Acea Pinerolese SPA. Una struttura itinerante, interattiva e multimediale, contenitore di giochi e approfondimenti educational per scuole e famiglie.Sarà visitabile nei seguenti orari:
– Lunedì e Martedì su prenotazione
– Sabato e Domenica 15.00-18.00

NEL NOSTRO PIATTO

by admin on

NEL NOSTRO PIATTO

POSSIAMO MANGIARE DI TUTTO MA COME FACCIAMO A SCEGLIERE E CONTROLLARE COSA MANGIAMO?

Mostra interattiva di divulgazione scientifica

Sabato 16 febbraio, ore 15.00
Villa Prever, Museo di Scienze Naturali Mario Strani
Entrata gratuita

Nel nostro piatto è un percorso interattivo e didattico di divulgazione scientifica del progetto Experimenta della Regione Piemonte.
Gli exhibit in mostra, sono raggruppati in quattro aree tematiche, dieci postazioni interattive e multimediali, cinque monitor tattili e una grande proiezione centrale. La mostra è arricchita dagli educational del progetto “Una Buona Occasione”.

L’interattività stimola i visitatori a confrontarsi con buone pratiche individuali e collettive. Un’avventura nel cibo, nel corpo umano, nell’alimentazione, nel consumo consapevole e nella sostenibilità ambientale.

L’esposizione affronta il vasto universo del cibo e dell’alimentazione in genere, e degli strumenti per valutare cosa mettiamo nel piatto ogni giorno.

Le scelte degli alimenti hanno conseguenze economiche, sociali, ambientali che discendono direttamente dai comportamenti più o meno consapevoli di tutti noi, troppo spesso responsabili dello spreco di enormi quantità di cibo.

L’acquisto di prodotti alimentari richiede una mirata educazione al consumo e una conoscenza di tutto ciò che vi ruota intorno: le risorse del pianeta usate in agricoltura, le filiere della produzione, la lettura delle etichette, ma include anche la coscienza della distruzione di risorse utili.

Collaborano all’iniziativa gli studenti del Liceo Scientifico M. Curie e degli istituti IIS M. Buniva, IIIS A. Porro, IIS A. Prever agrario di osasco, nell’ambito di progetto di alternanza scuola lavoro.

Vi aspettiamo numerosi!!

NEL NOSTRO PIATTO
POSSIAMO MANGIARE DI TUTTO MA COME FACCIAMO A SCEGLIERE E CONTROLLARE COSA MANGIAMO?

Mostra interattiva di divulgazione scientifica

Il segreto della lancetta

by admin on

“IL SEGRETO DELLA LANCETTA”

Sulle tracce di un genio dimenticato

 

Domenica 16 Dicembre, ore 16.00, presentazione del libro di Cristina Menghini presso il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”. Ingresso Libero.

 

 

Cristina Menghini (1971), storica e antropologa, scrive racconti e fiabe per bambini e ragazzi e cura l’inserto Junior di Vita Diocesana Pinerolese.

Con Vita editrice e Marcovalerio ha pubblicato i libri “Favoloso” e “Disegnami una fiaba”.

 

Difficile far stare così tante tematiche in un unico libro. Tanto più se si tratta di un romanzo “quasi giallo” per ragazzi. È riuscita nell’impresa Cristina Menghini, storica e antropologa, che nelle pagine de “Il segreto della lancetta”, coinvolge i lettori in una appassionante ricerca sulle orme di un genio dimenticato, quale è il pinerolese Ignazio Porro. Dentro e oltre il giallo spunta, però, una variegata gamma di colori. C’è, innanzi tutto, la narrazione di una città vista con occhi nuovi e “altri”. C’è il dramma dei profughi, delle loro vite calpestate, delle loro storie di discriminazione, di fatica e di speranza. C’è l’integrazione culturale e religiosa che a Pinerolo, grazie alla secolare convivenza tra cattolici e valdesi, si è portata avanti col lavoro ed è diventata scuola per il resto del paese. C’è la preadolescenza innocente e burrascosa al tempo stesso, con i suoi alti e bassi e il suo affacciarsi alla vita dei grandi, sempre in bilico tra «essere già» e «non essere ancora».

I protagonisti di questa vicenda tutta pinerolese sono Vittoria, una ragazzina sveglia e affettuosa, e il giovane profugo Triba. Ne nasce un’amicizia spontanea e profonda, cementata dall’avventura.

Sullo sfondo il personaggio “misterioso” di Ignazio Porro, scienziato e inventore (si deve a lui l’invenzione dello zoom) nato a Pinerolo nel 1801 e morto a Milano nel 1875.

E poi c’è la lancetta… sulla quale non si può rivelare nulla (è un segreto!).

Il ritmo narrativo non lascia spazi vuoti e ritrae in modo convincente, con arguta capacità psicologica, anche i soggetti minori, ma essenziali nella dinamica del racconto.

Impossibile non leggerlo tutto d’un fiato, per poi ripercorrere luoghi noti (il piazzale di San Maurizio, Via Principi d’Acaia, via del Pino…) con una nuova prospettiva negli occhi e nell’anima.

Arricchiscono il libro, edito da Marcovalerio e Vita nella collana “I racconti delle terre d’Acaia”, alcune illustrazioni in bianco e nero della giovane Sofia Zicola e la bella immagine di copertina di Mauro Laurenti.

 

 

Mario Strani al Fungo d’Oro 2018

by admin on

Mario Strani al Fungo d’Oro 2018

Martedì 23 ottobre, ore 21.00

Museo di Scienze Naturali Mario Strani

Riparte il Fungo d’Oro arrivato alla XX edizione. Dopo tre anni riprende questo tradizionale appuntamento di inizio autunno.
In occasione di questo evento, al Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”, si terrà la conferenza “Il “perché” del collezionismo scientifico e la collezione micologica di Mario Strani: perché 3000 funghi di gesso” a cura di Massimo Martelli.

Fungo d'Oro 2018

Fungo d’oro 2018

La Stanza delle Meraviglie

by admin on

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE

UNA SERA CON L’INCANTASTORIE

Spettacolo adatto ai bambini ed ai ragazzi, età consigliata 9 – 13 anni.

Domenica 4 novembre, ore 17.00
Villa Prever, Museo di Scienze Naturali Mario Strani
Entrata gratuita

Avete mai provato a chiedervi quale sia la storia degli oggetti contenuti in un museo? Non da dove provengano e di che epoca siano, ma: a cosa sono serviti? Da quante mani sono passati? Come hanno fatto ad arrivare a noi? La storia che si nasconde dietro ogni oggetto è affascinante, ecco perché ho incominciato a raccogliere e custodire oggetti insoliti, non adatti ai musei, oggetti che devono essere tenuti nascosti agli occhi dei più, perché magici. Magici. Letteralmente magici. La loro storia è affascinante, così come lo sono i poteri che nascondono. Il 4 novembre avrò l’onore di poterveli mostrare e raccontare tutto ciò che c’è da sapere su di essi. Non è uno spettacolo di magia. E’ molto di più.

L’Incantastorie Stefano Cavanna, attore, mago e musicista, è specializzato in Storytelling Magic, l’arte di raccontare storie attraverso la magia. E’ stato allievo della McBride’s Magic and Mystery School di Las Vegas, si è perfezionato a Londra con Paul Voodini e nel 2018 ha vinto il primo premio al Doomsday, una convention di Bizarre Magic che si tiene annualmente in Inghilterra. Ha scritto e portato in scena numerosi spettacoli che combinano musica, magia e recitazione, in particolare “Streghe, Masche, Donne” uno spettacolo sulla figura della masca replicato in numerosi teatri piemontesi.

Vi aspettiamo numerosi!

L'incantastorie

L’incantastorie

 

Workshop di Pittura con Rita Conti

by admin on

Workshop di Pittura con Rita Conti

Durante la Rassegna dell’ Artigianato di Pinerolo, Il Museo di Scienze, e l’associazione Made in Pinerolo, propongono un laboratorio di pittura con l’artista Rita Conti. Si inizierà sabato 8 pomeriggio presso le terrazze Acaja e si continuerà domenica 9 pomeriggio in sede del museo!
Quando e dove?

SABATO 8 SETTEMBRE, 
Ore 10.00 -12.00 e 15.00 – 19.00
presso le Terrazze Acaja di Pinerolo

DOMENICA 9 SETTEMBRE,
Ore 10.30 – 12.00 e 15.30 – 18.00
presso il Museo Civico di Scienze Naturali “Mario Strani”

 

Ricordiamo che la sua mostra sarà visitabile in sede del Museo fino a Domenica 30 settembre.
 

Rita Conti - Sacra di San Michele

Rita Conti – Sacra di San Michele

 
CHI E’ RITA CONTI?
Nel 1997 Rita Conti ha scoperto un piccolissimo “paese dipinto” in Val Chisone, allora quasi sconosciuto ed ora uno dei borghi più belli d’Italia: Usseaux. Sui muri delle vecchie case del villaggio alpino ha iniziato a dipingere murales accanto a quelli già presenti, per poi passare anche agli sportelli di metano ed elettricità, realizzando meridiane e pitture su “LOSE”, lastre di quarzite di Barge di vari colori, con aloni e sfumature naturali, usate anticamente per la copertura dei tetti. Sue opere sono presenti nelle borgate del Laux, a Balboutet, Pourrières, Fraisse, e nei comuni di Fenestrelle, Pragelato, Roure e Valloria. A Occa di Envie ha dipinto i murales dedicati alle “Faye”, mitiche donne dei boschi simili alle fate delle leggende irlandesi. Socia dell’associazione Made in Pinerolo, ha recentemente aperto il suo laboratorio nella Città di Pinerolo, lo Spazio Armonia (cortile Barbieri, piazza Barbieri 25), dove conduce laboratori e lezioni di pittura su lose e legno.

RITA CONTI – Dipinti su Lose

by admin on

RITA CONTI – DIPINTI SU “LOSE”

Inaugurazione mostra
Domenica 17 giugno 2018
Ore 15.00

 

Dal 1997 Rita Conti ha scoperto un piccolissimo “paese dipinto” in Val Chisone, allora quasi sconosciuto ed ora uno dei borghi più belli d’Italia: Usseaux Comune Di Usseaux. Sui muri delle vecchie case del villaggio alpino ha iniziato a dipingere murales accanto a quelli già presenti, per poi passare anche agli sportelli di metano ed elettricità, realizzando meridiane e pitture su “LOSE”, lastre di quarzite di Barge di vari colori, con aloni e sfumature naturali, usate anticamente per la copertura dei tetti.
Sue opere sono presenti nelle borgate del Laux, a Balboutet, Pourrières, Fraisse, e nei comuni di Fenestrelle, Pragelato, Roure e Valloria. A Occa di Envie ha dipinto i murales dedicati alle “Faye”, mitiche donne dei boschi simili alle fate delle leggende irlandesi.

Socia dell’associazione Made in Pinerolo, ha recentemente aperto il suo laboratorio nella Città di Pinerolo, lo Spazio Armonia (cortile Barbieri, piazza Barbieri 25), dove conduce laboratori e lezioni di pittura su lose e legno.

Rita Conti, scoiattolo nel sottobosco

Rita Conti, scoiattolo nel sottobosco

La Notte delle Muse al Museo di Scienze Naturali Mario Strani!

I musei di Pinerolo invadono la città con eventi, mostre e concerti per il secondo anno!
Quest’anno l’evento torna più interessante che mai!

 

VENERDI’ 25 MAGGIO:

Ore 21.30: Letture nel parco, a cura di LaAV – Letture ad Alta Voce (circolo di Torre Pellice)
La bellezza di un parco cittadino che si fonde con il piacere della lettura. La magia della narrazione e lo splendore della natura. Come cominciare al meglio la serata?
Ore 22.30: “Mi abbatto e sono felice“, di e con Daniele Ronco – Mulino ad Arte
Il primo e unico spettacolo eco-sostenibile della storia del teatro va in scena nella cornice unica di Villa Prever.
Ore 23.30: Inaugurazione della mostra “UN SORRISO PER CAPRILLI”, esposizione di vignette sul tema della cavalleria risalenti all’epoca delle innovazioni di Caprilli, dalla collezione privata di Massimo Martelli (Direttore del Museo di Scienze)
Ore 23.40: visite guidate al Museo ed alla Mostra Insetti, Insetti e ancora Insetti!, con la preziosa collaborazione del curatore Giuseppe Fornara.

 

SABATO 26 MAGGIO:

Ore 15.00 – 18.00: apertura straordinaria del Museo

 

DOMENICA 27 MAGGIO:

Il Museo si sdoppia!

Mentre una parte di noi sarà a MineraLuserna, gli altri si appresteranno a vivere la CACCIA AL TESORO A PREMI “CHI HA RUBATO I CAVALLI DEL CAPITANO?”
Ore 10.30 – 13.00 e 14.00 – 18.00: Una sorprendente caccia al ladro da svolgere visitando tutti i Musei Civici di Pinerolo ed il Museo storico della Cavalleria.
Iscrizione: ore 9.30 presso l’atrio di Palazzo Vittone, con un contributo di € 5.00 a gruppo (minimo 2, massimo 4 componenti). L’indagine si svolgerà dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, termine per la consegna della soluzione; la premiazione avrà luogo alle 18.00 presso Palazzo Vittone.
Per informazioni su quest’ultima attività: tel. 0121.794382 (dal lunedì al venerdì, 9.00 – 12.30)

Vi aspettiamo numerosissimi!

La notte delle muse 2

La notte delle muse 2